L’ età non ci fa paura

Invecchiare è un processo naturale che riguarda tutti, ma non allo stesso modo: se fosse solo un problema di tempo che passa, dovremmo manifestare gli stessi sintomi (comparsa delle rughe, stanchezza, rallentamento del metabolismo…) nel medesimo momento, e invece per alcuni si presentano già prima dei 50 anni, altri invece alla stessa età hanno ancora le energie di quando erano ragazzini. A influire negativamente sul processo di invecchiamento sono i nostri stili di vita.

L’ età è una questione di stile

La dieta gioca un ruolo importante: un regime alimentare bilanciato e sano, accompagnato da una buona attività fisica, svolta regolarmente, può aiutare a rallentare la fisiologica perdita di efficienza psicofisica dovuta all’ età che avanza. Anche il fumo rappresenta un importante fattore di accelerazione dell’invecchiamento.

Ma non basta

Dopo i 50 anni è più frequente una ridotta assunzione di vitamine e minerali di cui l’organismo necessita per essere in forma e pieno di energia. In particolare, si riducono le vitamine del complesso B, quelle che permettono di metabolizzare gli alimenti e di trasformarli in energia e aiutano a mantenere il sistema nervoso in salute. Tra queste, vi è la B9, conosciuta anche come folato, non solo utile alle donne in gravidanza, ma responsabile anche della metabolizzazione dell’omocisteina, che se troppo alta può causare danni ai vasi sanguigni. Per contrastare i radicali liberi, invece, è bene assumere le vitamine A, C ed E, conosciute per le loro proprietà antiossidanti.

Alimentazione e integrazione

La fonte ideale dove trovare queste vitamine e altri minerali fondamentali per la nostra salute deriva da una dieta varia ed equilibrata, soprattutto a base di frutta e verdura. Una scelta alimentare però che spesso viene trascurata per via del poco tempo a disposizione o sacrificata in nome di alimenti più appetibili (come fritti o dolci), ma meno salutari. In caso di ridotto apporto con la normale dieta o aumentato fabbisogno fisiologico è possibile assumere, dietro suggerimento medico, degli integratori alimentari specifici. Oltre a questo, per combattere la stanchezza e ritrovare l’energia anche con il trascorrere dell’ età è fondamentale uno stile di vita sano.

Dormi di più

Il riposo è fondamentale per permettere al corpo di ricaricarsi e alle cellule di rigenerarsi. Se hai problemi nella fase di addormentamento, prova a reimpostare la tua routine, per esempio andando a letto e svegliandoti a orari regolari. La stanza da letto, inoltre, dev’essere al riparo da rumori molesti e buia. Infine, prima di addormentarti, evita di guardare la tv o le ultime notifiche sul cellulare, piuttosto leggi un buon libro per favorire il rilassamento.

Riduci lo stress

La vita frenetica dei giorni d’oggi non aiuta, ma bisogna imparare a ritagliarsi degli spazi di tranquillità. Se il lavoro è la principale fonte di stress, impara a staccare e a ripensarne l’organizzazione: per esempio, nel tempo libero o nel weekend, niente mail di lavoro, solo momenti di relax tutti per te.

Fai più esercizio fisico

Fare attività fisica innalza i livelli di energia, oltre che di benessere. Basta poco: anche solo una breve camminata di 15 minuti al giorno, per ridarsi la carica.

Esci di più

Restare chiuso in casa e lontano dalla luce del sole a lungo può portare a una sensazione di letargia, quindi esci, anche solo per un breve lasso di tempo durante la pausa pranzo, respira un po’ di aria fresca e riattivati.


Riduci caffeina e alcool prima di dormire

Per scongiurare l’insonnia, evita di assumere la caffeina prima di andare a dormire. Questa si trova in caffè, tè, alcune bevande analcoliche e anche nel cioccolato. Lo stesso vale per l’alcool.

Segui una dieta variata

Se ti senti sempre spossata e vuoi ridurre la sensazione di sonnolenza, potresti avere bisogno di rivedere la tua dieta. Il consumo eccessivo di fast food, alcune bevande gassate, alcool e snack zuccherati può favorire la sensazione di stanchezza. Quindi prova a variare la tua dieta e a mangiare cibi ricchi di vitamine del gruppo B (cereali integrali, legumi, frutta secca, ortaggi verdi, carne e pesce), di vitamine antiossidanti come le vitamine A, E e C (pomodori, agrumi, patate) e di minerali.

Fonte: vanityfair.it

 16 Visite Totali,  1 Visite di oggi

Condividi questo articolo