• 14 OTT 19
    • 0
    Cervicale, mal comune…

    Cervicale, mal comune…

    La cervicale affligge 6 italiani su 10. Mal comune mezzo gaudio? Forse sì, forse no. Quel che è certo è che il dolore al collo oggi è sempre più diffuso. Ortopedici, fisiatri, fisioterapisti, medici di base, non vi è specialista che oggi non venga contattato ed interpellato con molta frequenza proprio per la cervicalgia.

    Cos’è la cervicalgia?

    La cervicalgia è un dolore diffuso al collo, alla nuca ed alle spalle causato da molteplici cause. A monte può esserci una postura scorretta assunta in vari momenti della giornata, dal letto fino alla scrivania o persino l’automobile. A volte il dolore diviene così intenso e persistente da rendere il paziente insofferente ed incapace persino di volgere il collo a destra o a sinistra.

    Come si diagnostica la cervicalgia?

    La cervicalgia non è un banale e passeggero “mal di collo” o “torcicollo”, ma è una vera e propria patologia che richiede il parere e la valutazione di uno specialista. Gli esami diagnostici utili per l’individuazione certa della cervicalgia possono essere la radiografia della colonna vertebrale o la tac della colonna cervicale. Naturalmente dipende dalle indicazioni mediche. Qualora, per esempio, il paziente avverta anche dei formicolii lungo il braccio, il medico può valutare di eseguire una risonanza magnetica.

    Come si cura la cervicalgia?

    La cura della cervicalgia può essere farmacologica oppure prevedere cicli di fisioterapia e di rieducazione alla postura. Esercizi di stretching o di ginnastica dolce possono essere di grande aiuto a patto che siano eseguiti con un istruttore o un fisioterapista esperti nel trattamento della patologia in questione.

    Leave a reply →