• 18 FEB 19
    • 0
    La prevenzione non è una bufala

    La prevenzione non è una bufala

    Credere che gli screening non servono a nulla, tanto ci si ammala di cancro più di un tempo, è una bufala. A confermarlo sono gli esperti dell’Istituto superiore di sanità, smontando una pericolosa ‘fake news’ che può mettere a rischio le campagne di prevenzione. Premesso che il 70% dei tumori può essere prevenuto adottando uno stile di vita corretto – evidenziano i camici bianchi – il fatto che i tumori risultino più frequenti di un tempo è dovuto all’aumento della sopravvivenza, all’età avanzata in cui ci si ammala di cancro e alle diagnosi sempre più precoci.

    La prevenzione è un’arma potente contro il cancro

    Negli ultimi anni le diagnosi di tumore sono aumentate – ricordano gli esperti – e nel 2014 il numero di nuove diagnosi è stato di 365.500, circa 1.000 al giorno. Più colpiti gli uomini (54%) rispetto alle donne (46%). I big killer più frequenti sono il tumore al colon-retto (52.000 diagnosi nel 2014) per entrambi i sessi, e il tumore della mammella (48.000 diagnosi nel 2014) per le donne. Tuttavia, grazie a diagnosi precoci e cure sempre più efficaci, la mortalità diminuisce, la sopravvivenza aumenta e sempre di più si parla di guarigione. La prevenzione è un’arma potente contro il cancro: un terzo di tutte le forme di tumore si può prevenire modificando o eliminando fattori di rischio quali fumo, scorretta alimentazione, abuso di alcol e assenza di attività fisica.

    La diagnosi precoce aumenta le possibilità di cura

    Il nostro servizio sanitario nazionale – evidenziano gli specialisti – fornisce, gratis, tre programmi di screening di popolazione per la prevenzione dei tumori del seno, del collo dell’utero e del colon-retto. È importante effettuare lo screening proprio quando non si hanno né segni né sintomi – esortano gli esperti – Le cellule alterate, infatti, non danno sintomatologia soprattutto nelle fasi iniziali, ma possono in alcuni anni crescere fino a trasformarsi in cancro. Sottoponendosi allo screening, invece, si può fare una diagnosi precoce. Insomma – concludono dall’Iss – non c’è certezza che il cancro possa essere debellato, ma sicuramente può essere diagnosticato e curato precocemente.

    La prevenzione è anche da Emicenter

    Emicenter sostiene i suoi pazienti con programmi di screening completi e propone percorsi clinico diagnostici dedicati sia agli uomini sia alle donne, a tariffe agevolate sia in convenzione che in regime privato.

    Fonte: ilmessaggero.it

    Leave a reply →