Gambe pesanti? 5 semplici esercizi da fare tutti i giorni

Con l’arrivo del caldo è facile accusare disturbi alle gambe: senso di pesantezza, tendenza al gonfiore delle caviglie, indolenzimento, formicolio. Una situazione piuttosto comune, specie per chi fa un lavoro sedentario. In questi ultimi anni, in particolare, si è andato via via rafforzando questo aspetto della nostra società: impiegati, customer care telefonici, web designer, grafici, sono alcuni degli impieghi caratterizzati dal lavoro sedentario.

“Lavoro sedentario” non vuol dire per necessariamente “stare seduti”, è altrettanto dannoso per la salute lavorare a lungo in piedi nella stessa posizione. In entrambi i casi si accentua l’effetto della legge di gravità sul sistema circolatorio periferico.

Cosa succede alle gambe quando ci sediamo troppo a lungo

Prima di tutto le gambe, che dovrebbero sostenere il nostro corpo per diverse ore al giorno, non svolgono il loro compito e quindi si indeboliscono. Questo processo può dar luogo a stati di insufficienza venosa, poiché i vasi periferici resi deboli dalla staticità tendono a rilassarsi, a gonfiarsi e non riescono più a spingere in modo efficace il sangue dalle gambe verso il cuore. In condizioni normali gli apparati valvolari presenti all’interno dei sistemi venosi si chiudono per impedire al sangue di fluire verso il basso.

Quali sono i disturbi più comuni

Avvertiremo quindi disturbi come gonfiore, pesantezza e senso di affaticamento, formicolio ed aumenterà la predisposizione a vene varicose e “rottura” di capillari. La circolazione sanguigna, che risulterà compromessa, causerà un accumulo di leucociti che rilasceranno gradualmente radicali liberi la cui azione ossidativa può ledere l’endotelio, il tessuto che riveste la superficie interna dei vasi sanguigni, dei vasi linfatici e del cuore.

Semplici esercizi per le gambe: tutti i giorni, anche a lavoro

Ecco un programma di esercizi per le gambe. Gli esercizi per le gambe sono facili da imparare, non richiedono più di 10-15 minuti per seduta e possono essere svolti in qualsiasi momento della giornata, anche al lavoro e persino da seduti.

Rotazione del piede e della caviglia
Da seduti, ruotare lentamente il piede, compiendo dei cerchi ampi e completi, prima in un senso e poi nell’altro, per 10-15 volte.
Ripetere con l’altro piede.

Flessione ed estensione della caviglia
Da seduti, distendere le gambe e flettere i piedi verso il corpo. Mantenere questa posizione per qualche secondo. Flettere i piedi nella direzione opposta, mantenendo la posizione per qualche secondo. Ripetere 10-15 volte.

Per chi deve rimanere seduto a lungo
Alzarsi dalla posizione seduta almeno ogni ora e camminare per 30 secondi sulla punta dei piedi e per 30 sui talloni. Evitare di stare a lungo seduti con le gambe accavallate per non comprimere le vene dietro il ginocchio e bloccare la circolazione.

Per chi deve rimanere a lungo in piedi
Un esercizio per le gambe molto benefico: alzarsi sulla punta dei piedi e ritornare a terra per 10-15 volte, almeno ogni ora. Ripetere l’esercizio appoggiandosi sui talloni.

Per chi deve muoversi molto
Prendersi delle brevi pause a intervalli regolari, sollevando da seduti le gambe distese, per esempio appoggiandole su un divano o su un’altra sedia. Bastano pochi minuti con le gambe sollevate per ottenere notevole sollievo.

Ricorda sempre di impegnarti a mantenere una postura corretta cercando di essere consapevole dei tuoi errori.

Come diagnosticare l’insufficienza venosa

Ad oggi l’esame più semplice e affidabile per giungere a una diagnosi è l’ecocolordoppler.
L’ecocolordoppler venoso degli arti inferiori permette di valutare la funzionalità delle vene delle gambe. Attraverso questo esame è possibile evidenziare elementi quali incontinenza (incapacità delle vene a drenare il sangue verso l’alto), reflusso (flusso di sangue in senso inverso al normale) e presenza di trombi (ostruzioni) venosi superficiali o profondi. L’esame non presenta controindicazioni, è veloce e indolore.
L’ecocolordoppler venoso degli arti inferiori è disponibile presso Emicenter nelle sedi di Napoli e Casavatore.

 5,448 Visite Totali,  8 Visite di oggi

Condividi questo articolo