Tutte gli esami in ordine alfabetico

Gentile Utente, cliccando su ogni voce potrà visualizzare la descrizione dell’esame, le informazioni sulle modalità di preparazione e le controindicazioni.

  • ANGIO-TC

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    Per AngioTC (o AngioTAC) si intende lo studio dei vasi (soprattutto le arterie) e in particolare l’aorta, le arterie degli arti inferiori, le arterie polmonari, il circolo arterioso intracranico, le carotidi. Serve a identificare le anomalie del sistema vascolare, aneurismi (dilatazione dei vasi), dissecazioni (scollamento della parete di un vaso), stenosi (restringimenti o occlusioni di un vaso). Si esegue con mezzo di contrasto, che viene iniettato al paziente prima dell’esame. L’indagine dura pochi minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • ARTRO TC

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    L’Artro TC è un esame diagnostico che consente, utilizzando un mezzo di contrasto iniettato all’interno dell’articolazione in esame, di ottenere immagini sui tre piani dello spazio dell’articolazione stessa.
    L’esame consente di evidenziare lesioni che interessano parti molli, tendini, muscoli, strutture scheletriche, legamenti ed elementi fibrocartilaginei della spalla a causa delle quali il paziente lamenta dolore o problemi di mobilità. In particolare è utile come indicazioni al trattamento chirurgico e per la valutazione di lesioni dei labbri glenoidei. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TC è in media circa 10/15 minuti.
    Successivamente all’esame il paziente può tornare a casa, necessariamente accompagnato, in quanto, per motivi precauzionali, è consigliabile non sforzare l’articolazione.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • COLONSCOPIA VIRTUALE

    Preparazione all’esame
    La preparazione di tipo alimentare deve cominciare almeno 3 giorni prima dell’esame. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.

    Descrizione dell’esame
    La Colonscopia Virtuale è un esame radiologico eseguito tramite una semplice TAC a basso dosaggio di raggi X. Consiste in una TAC dell’addome eseguita sia in posizione prona sia in posizione supina, dopo aver inserito aria dal retto mediante un piccolo catetere. I dati anatomici acquisiti con la TAC vengono successivamente elaborati da specifici software, che ricostruiscono sullo schermo in modo virtuale e tridimensionale l’intestino, consentendo la “navigazione” al suo interno, ma visualizzando anche lo spessore della parete del colon e altri organi. Questo esame rappresenta un’alternativa non invasiva alla colonscopia tradizionale che non prevede l’utilizzo di nessuna sonda endoscopica, evitando al paziente qualsiasi fastidio o dolore generalmente avvertiti nel corso dell’esame convenzionale.

    Controindicazioni
    Non esistono particolari controindicazioni, ma è bene informare il medico di un eventuale stato di gravidanza.

  • TC ADDOME

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La TAC (Tomografia Computerizzata) dell’Addome è un esame diagnostico che consente lo studio degli organi e delle strutture dell’addome, compresi fegato, pancreas, reni, vasi sanguigni e di compiere indagini per valutare la pervietà dei vasi e lo stato di parete, per la ricerca di eventuali patologie di origine neoplastica (tumori del colon, del pancreas, del fegato, dei reni), per valutare l’efficacia delle terapie antitumorali, per problemi di natura infiammatoria, infettiva o per la valutazione di ascessi (pancreatiti, colecistiti), nei casi di traumi ossei o viscerali e per la ricerca di emorragie interne. Può essere usata come guida per il prelievo di tessuti, tramite biopsia, utili per un successivo esame istologico. Può essere utile in presenza di dolore addominale, soprattutto in urgenza. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame che è in media di circa 10 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC ARCATA DENTARIA COMPLETA CON DENTASCAN

    Preparazione all’esame
    Non è prevista alcuna norma di preparazione.

    Descrizione dell’esame
    Il Dentascan (o Dentalscan o TC dentale) è un software di ricostruzione dedicato allo studio delle arcate dentarie applicato ad un’acquisizione dei mascellari con Tomografia Assiale Computerizzata (TC), una metodica digitale che utilizza i raggi X e permette la ricostruzione delle immagini non solo sul piano assiale, ma su ogni piano. Con questo esame si studiano l’arcata dentaria superiore e quella inferiore per lo studio dello spessore osseo mandibolare e mascellare e per verificarne la condizione prima del posizionamento di impianti; per osservare la posizione dei denti del giudizio prima di una loro eventuale estrazione o per l’analisi di denti inclusi la cui crescita non è regolare. Al paziente viene chiesto di mordere con gli incisivi anteriori un punto di fissaggio in modo che durante il passaggio dei raggi X la posizione sia corretta e la testa immobile. L’esame dura circa 5/10 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC ARTO INFERIORE

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La TC (Tomografia Computerizzata) degli arti inferiori è un esame diagnostico che permette di elaborare immagini di sezioni anatomiche attraverso i raggi X. Un tubo radiogeno, montato in una struttura aperta davanti e dietro, ruota attorno al paziente sdraiato su un lettino. Le informazioni vengono raccolte da un computer che elabora le immagini leggibili in tutti i piani dello spazio. La TC degli arti inferiori consente di compiere indagini per la ricerca di eventuali patologie in corso di origine tumorale, in caso di lesioni focali di varia natura (benigne o metastasi o altro); di origine infiammatoria; per l’analisi delle conseguenze di traumi e la valutazione di eventuali fratture; in vista di un intervento chirurgico (ad esempio per una artroprotesi del ginocchio). Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TC è in media circa 10/15 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC ARTO SUPERIORE

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La TC (Tomografia Computerizzata) degli arti superiori è un esame diagnostico che permette di elaborare immagini di sezioni anatomiche attraverso i raggi X. Si ottengono in questo modo generalmente immagini di strutture ossee come mani, polsi, spalla e gomito che consentono la ricerca di eventuali patologie in corso di origine tumorale, in caso di lesioni focali di varia natura (benigne o metastasi o altro); di origine infiammatoria; per l’analisi delle conseguenze di traumi e la valutazione di eventuali fratture; in vista di un intervento chirurgico. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. Le informazioni vengono raccolte da un computer che elabora le immagini leggibili in tutti i piani dello spazio. La durata della TC è in media circa 10 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC ATM - ARTICOLAZIONE TEMPERO-MANDIBOLARE

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente segue le regole degli altri esami TC del capo, quindi rimozione di tutti gli oggetti metallici a partire dal collo verso l’alto e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti all’esame. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. È necessario sottoporsi a esami del sangue per verificare la funzionalità renale ed epatica e non devono esserci controindicazioni di tipo allergico alla somministrazione di iodio. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.

    Descrizione dell’esame
    L’articolazione temporo-mandibolare (ATM) è il giunto a cerniera che collega la mascella inferiore (mandibola) all’osso temporale del cranio, che è davanti all’orecchio su ciascun lato della testa. Le articolazioni permettono alla mandibola di muoversi agevolmente su e giù e lateralmente permettendo di parlare, masticare, e sbadigliare. La TAC è indicata per identificare la causa dei disordini temporo-mandibolari causati, ad esempio, da un infortunio alla mandibola, all’articolazione temporo-mandibolare o ai muscoli della testa e del collo, la presenza di artrosi o artrite reumatoide o di lussazioni. L’esame può essere eseguito senza e con mezzo di contrasto iodato. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TAC è in media circa 10 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC BACINO

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La TC (Tomografia Computerizzata) del bacino è un esame diagnostico che permette di elaborare immagini di sezioni anatomiche del bacino attraverso i comuni raggi X.  L’esame consente di compiere indagini per la ricerca di eventuali patologie in corso di origine tumorale, in caso di lesioni focali di varia natura (benigne o metastasi o altro) o di origine infiammatoria; per l’analisi delle conseguenze di traumi e la valutazione di eventuali fratture; in vista di un intervento chirurgico (ad esempio per una artroprotesi dell’anca. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TC è in media circa 10 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC COLLO

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Tomografia Assiale Computerizzata è una metodica digitale che utilizza i raggi X e permette la ricostruzione delle immagini non solo sul piano assiale, ma su ogni piano. Questo esame può essere utile per l’analisi di formazioni benigne o maligne nella zona del collo e per lo studio dei linfonodi. Il paziente viene fatto sdraiare supino sul lettino mobile con la testa adagiata su un poggiatesta e viene invitato a rimanere immobile per consentire l’ottenimento di immagini di qualità. Il paziente viene poi introdotto in un tubo radiogeno che emette raggi X e gli ruota intorno continuamente. La durata dell’esame è di circa 15 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC CRANIO

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La TC (Tomografia Computerizzata) cerebrale è un esame diagnostico che permette di elaborare immagini di sezioni anatomiche attraverso i raggi X. Si ottengono in questo modo immagini del cranio e dell’encefalo che consentono indagini e valutazioni in caso di Ictus o altre lesioni di genesi vascolare, traumi, neoplasie primitive o secondarie, demenze , malattie infiammatorie, controllo di pazienti con patologie neurologiche non stabilizzate e di pazienti con idrocefalo. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TC è in media circa 5 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC MASSICCIO-FACCIALE

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    Questo esame consente lo studio delle strutture scheletriche che compongono il Massiccio Facciale in caso si sospetti una sinusite o una deviazione del setto nasale oppure in seguito a traumi per rilevare la presenza di eventuali fratture a carico per esempio delle ossa nasali o delle orbite. Il paziente viene fatto sdraiare supino sul lettino mobile con la testa adagiata su un poggiatesta e viene invitato a rimanere immobile per consentire l’ottenimento di immagini di qualità. Il paziente viene poi introdotto in un tubo radiogeno che emette raggi X e gli ruota intorno continuamente. La durata dell’esame è di circa 5 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC ORECCHIO

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    Questo esame può essere utile in caso di patologie a carico delle strutture ossee dell’orecchio e delle strutture nervose dell’angolo ponto-cerebellare se il paziente non può eseguire la Risonanza Magnetica Nucleare. Il paziente viene fatto sdraiare supino sul lettino mobile con la testa adagiata su un poggiatesta e viene invitato a rimanere immobile per consentire l’ottenimento di immagini di qualità. Il paziente viene poi introdotto in un tubo radiogeno che emette raggi X e gli ruota intorno continuamente. La durata dell’esame è di circa 10 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC PERFUSIONALE (TCP) DEL DISTRETTO ENCEFALICO

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La TAC Perfusionale (Tcp) del Distretto Encefalico è un esame non invasivo del cranio che combinando i raggi X a un sofisticato computer permette di ottenere immagini molto più accurate del cervello rispetto a quelle ottenibili con una radiografia tradizionale. L’esame mostra le aree del cervello che ricevono abbastanza sangue, fornendo informazioni dettagliate sul flusso ematico all’interno di quest’organo. In genere è utilizzato per confermare il sospetto di un ictus acuto, per valutare i tessuti cerebrali a rischio di infarto o morti a causa di una carenza di sangue, per valutare la presenza di un vasospasmo o di un improvviso restringimento di un vaso sanguigno associato a un’emorragia, per valutare l’eventuale ricorso a interventi chirurgici o trattamenti neuroendovascolari e per diagnosticare un tumore o valutare l’efficacia di un trattamento antitumorale. Il paziente deve posizionarsi sul lettino della Tac, in genere sdraiato sulla schiena; per facilitare il mantenimento della posizione corretta potrebbero essere utilizzati cinghie e cuscini. Il lettino viene fatto scorrere lentamente all’interno del macchinario per la Tac e viene iniettato il mezzo di contrasto. Durante l’esame potrebbe essere chiesto di trattenere il respiro e al termine delle scansioni, che in genere durano in totale 25 minuti, sarà necessario aspettare qualche minuto mentre il radiologo verificherà la qualità delle immagini.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC RACHIDE CERVICALE

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Tomografia Assiale Computerizzata è una metodica digitale che utilizza i raggi X e permette la ricostruzione delle immagini non solo sul piano assiale, ma su ogni piano. La TC cervicale è deputata allo studio del tratto cervicale della colonna vertebrale che è composto da sette vertebre. Questo esame può essere utile nello studio di anomalie vertebrali, in caso di ernie o artrosi, fratture e traumi. Il paziente viene fatto sdraiare supino sul lettino mobile con la testa adagiata su un poggiatesta e viene invitato a rimanere immobile per consentire l’ottenimento di immagini di qualità. Il paziente viene poi introdotto in un tubo radiogeno che emette raggi X e gli ruota intorno continuamente. La durata dell’esame è di circa 15 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC RACHIDE DORSALE

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Tomografia Assiale Computerizzata è una metodica digitale che utilizza i raggi X e permette la ricostruzione delle immagini non solo sul piano assiale, ma su ogni piano. Questo esame analizza il tratto dorsale della colonna vertebrale ed è generalmente utile in caso di fratture a carico di una o più vertebre dorsali o per la ricerca di metastasi ossee. Il paziente viene fatto sdraiare supino sul lettino mobile con le braccia raccolte sopra la testa e viene invitato a rimanere immobile per consentire l’ottenimento di immagini di qualità. Il paziente viene poi introdotto in un tubo radiogeno che emette raggi X e gli ruota intorno continuamente. La durata dell’esame è di circa 10 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC RACHIDE LOMBO-SACRALE

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La TAC Lombo-sacrale viene impiegata per lo studio del tratto lombo-sacrale del rachide. L’esame è indicato per lo studio dei traumi (fratture, frammenti ossei dislocati), delle patologie degenerative (ernie discali, spondiloartrosi, spondilolistesi) e di quelle neoplastiche (tumori primari o metastasi). Consente, in particolare, uno studio dettagliato delle componenti ossei, permettendo di documentare l’eventuale presenza di protuberanze ossee a partenza dai corpi vertebrali, un aumento nelle dimensioni dei massicci articolari, la riduzione dell’ampiezza dei recessi laterali o il restringimento dei forami di coniugazione.  Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TAC è in media circa 10 minuti.

    Controindicazioni
    La TAC è sconsigliata a bambini e donne in gravidanza poiché utilizza una dose di radiazioni abbastanza elevata.

  • TC RENI

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La TC Reni è in grado di fornire informazioni più dettagliate sui reni, gli ureteri e la vescica, per rilevare malattie come tumori o altre lesioni, malattie ostruttive come calcoli renali, difetti congeniti, malattia renale policistica, accumulo di liquido intorno ai reni, e la posizione di ascessi. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TC è in media circa 10/15 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC ROCCHE PETROSE

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    Le rocche petrose sono strutture anatomiche situate all’interno della scatola cranica e contengono l’apparato uditivo e vestibolare. La TAC Rocche Petrose è indicata per visualizzare e studiare le strutture dell’orecchio ed è indicata nei traumi dell’orecchio, nelle sospette fratture della base cranica, nella perforazione della membrana timpanica, nelle ipoacusie, nelle vertigini, nella paralisi facciale e nelle otalgie di origine sconosciuta. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TC è in media circa 10 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC SELLA TURCICA

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La sella turcica è un minuscolo incavo osseo che si trova alla base del cranio. In essa è contenuta l’ipofisi, una piccola ghiandola che produce una serie di ormoni ( GH, l’ACTH, il TSH,l’FSH, l’LH, la prolattina, la vasopressina e l’adiuretina) che a loro volta regolano la secrezione di altri ormoni a livello periferico.
    L’ipersecrezione di questi ormoni è in genere causata da adenomi ipofisari che sono tumori di natura benigna; possono essere inferiori al centimetro ( microadenomi) o superiori al centimetro ( macroadenomi). Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TC è in media circa 10 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC TORACE

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La TC Torace consente di compiere indagini per la ricerca di eventuali patologie in corso quando il semplice esame radiografico non è sufficiente per la diagnosi o per il controllo a distanza di tempo sui risultati di una radiografia. La TC risulta utile nei casi di patologie infettive e infiammatorie del polmone, bronchiti resistenti a terapie farmacologiche, ascessi e patologie autoimmuni, versamenti pleurici e lesioni polmonari di natura neoplastica. È utile inoltre per l’inquadramento di malattie cardiovascolari, lo studio dei grossi vasi, arteria polmonare, aorta ascendente, arco aortico e per lo studio delle arterie polmonari. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TC è in media circa 5 minuti.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • TC TOTAL BODY

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La TAC Total Body consente di compiere indagini diagnostiche in patologie croniche, infiammatorie e oncologiche di tutte le parti del corpo. Una volta sdraiato sul lettino, il paziente è introdotto in un tubo radiogeno che emette raggi X e gli ruota intorno continuamente, il lettino si muove in modo orizzontale in modo da consentire l’acquisizione di immagini di molte sezioni del corpo. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile. La durata dell’esame è in media di 10 minuti, con piccole variazioni a seconda delle parti del corpo da esaminare, della patologia da studiare e dalla necessità o meno di iniettare un mezzo di contrasto.

    Controindicazioni
    Dato l’impiego di radiazioni elevate, la TAC deve essere limitata nei bambini e non viene generalmente eseguita nelle donne in gravidanza.

  • URO TC

    Preparazione all’esame
    Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini. In caso di esame con mdc, il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Il mezzo di contrasto usato nella TAC è un liquido a base di iodio, iniettato al paziente solitamente attraverso una vena del braccio o della mano. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Uro-TC è un esame diagnostico che permette di visualizzare le vie urinarie del paziente eseguendo una Tac all’addome con mezzo di contrasto iodato, unendo i vantaggi di questa tecnica a quelli dell’urografia. Consente di effettuare un’analisi morfologica delle vie urinarie e funzionale. L’opacizzazione delle vie escretrici (i calici e la pelvi del rene, gli ureteri e la vescica) permette di ottenere informazioni sulla sede, le dimensioni e la struttura dei reni, sul loro funzionamento e sulla morfologia e l’integrità delle vie escretrici. Il medico può richiederla per indagare, ad esempio, le cause della presenza di sangue nelle urine, oppure in caso di calcoli renali o di un tumore alla vescica. L’indagine viene anche richiesta per la diagnosi dei tumori del rene e la progettazione dell’intervento chirurgico. L’esame prevede di rimanere sdraiati a pancia in su (supini) sul lettino radiologico. In alcuni casi può essere utilizzata una fascia di compressione a livello dell’addome. Il primo passaggio consiste nell’iniezione del mezzo di contrasto iodato, cui seguono una serie di radiografie eseguite a intervalli regolari. Tutto ciò che deve fare il paziente è rimanere immobile e trattenere il respiro durante l’esecuzione delle radiografie. Nelle fasi tardive, ovvero dopo che è passato un certo tempo dalla somministrazione del mezzo di contrasto, sarà possibile visualizzare anche la vescica.

    Controindicazioni
    Non esistono particolari controindicazioni alla Uro-TC, ma è bene informare il medico di un eventuale stato di gravidanza. È inoltre importante comunicare se si soffre di fenomeni allergici, inclusi asma, eczemi e orticaria.

  • Prenota Online

    Contattaci per prenotare e per ricevere informazioni su tutti gli Esami strumentali e di laboratorio, i Pacchetti Prevenzione e i nostri Check-up Periodici.
    Prenota
  • Referti Online

    La consultazione dei referti online è un servizio gratuito. I nostri utenti possono attivarla su richiesta al momento dell’accettazione.
    Accedi
  • Sedi e Contatti

    • Casavatore (NA)
      081-19 80 70 00
    • Napoli - Via Manzoni
      081-71 45 955
    • Napoli - Galleria Umberto I
      081-19 80 70 00
    • Centro Medico Nucleare
      081-19 80 70 50