Tutti gli esami in ordine alfabetico

Gentile Utente, cliccando su ogni voce potrà visualizzare la descrizione dell’esame e le informazioni sulle modalità di preparazione.

  • ANGIO RM DEL DISTRETTO TORACICO

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    Consente di studiare le arterie del torace, e in particolare l’aorta toracica e i più importanti rami che da essa si muovono. L’esame prevede che il paziente si posizioni supino sul lettino della risonanza magnetica. Sul torace viene appoggiata una bobina ricetrasmittente per la realizzazione dell’esame. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame che può durare dai 20 a 45 minuti.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • ANGIO RM DEL DISTRETTO VASCOLARE INTRACRANICO

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici a partire dal collo verso l’alto e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    Lo studio Angio RM del distretto vascolare intracranico permette la valutazione dinamica del circolo vascolare intracranico. L’esame identifica anche varianti anatomiche di significato clinico per permettere la necessaria correzione chirurgica o endovascolare. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza e l’esame dura dai 20 ai 45 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • ANGIO RM DEI VASI DEL COLLO CON E SENZA MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici a partire dal collo verso l’alto e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    L’Angio-RM è un esame che permette di studiare, utilizzando o meno il mezzo di contrasto, i vasi sanguigni del collo, per la precisione quelli del distretto carotideo-vertebrale. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza con il capo adagiato in un apposito supporto. L’esame dura dai 20 ai 45 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • ARTRORM

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    Si tratta di un esame diagnostico che consente, utilizzando un mezzo di contrasto, iniettato in sede intra-articolare sotto guida radiologica, di evidenziare lesioni che interessano parti molli, tendini, muscoli, strutture scheletriche, legamenti ed elementi fibro-cartilaginei nelle articolazioni (spalla e anca) in cui il paziente lamenta dolore o problemi di mobilità. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza e l’esame dura dai 20 ai 40 minuti. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • COLANGIO-RM

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Necessario digiuno nelle 6 ore precedenti l’esame in modo da permettere il riempimento della cistifellea e lo svuotamento gastrico. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Colangio-RM è una metodica non invasiva per la valutazione della via biliare e del dotto pancreatico principale. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza con il capo adagiato in un apposito supporto. L’esame dura dai 20 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • ENTERO RM CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame viene eseguito con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti l’esame. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    L’indagine serve per lo studio dell’intestino tenue senza ricorrere all’intubazione del viscere con sondino naso-gastrico, senza radiazioni X e senza solfato di bario.
    L’esame si propone di scoprire patologie infiammatorie o tumorali o per verificare lo stato del digiuno e del tenue in caso di malattia nota e soprattutto nelle complicazioni del morbo di Crohn. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza con il capo adagiato in un apposito supporto. L’esame dura dai 20 ai 40 minuti. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. La gravidanza o il sospetto di gravidanza non permettono l’esecuzione dell’indagine.

  • RM ADDOME COMPLETO SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    Lo studio RM dell’Addome permette lo studio del fegato, dei reni, della milza, dello stomaco del pancreas ma anche delle strutture vascolari e linfonodali. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza e l’esame dura dai 30 ai 45 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Non possono sottoporsi alla Risonanza Magnetica i portatori di pacemaker, di dispositivi ad attivazione magnetica (per es. neurostimolatori) e di protesi che possano essere incompatibili con la presenza di campi magnetici. La RM è sconsigliata nei primi due mesi di gravidanza.

  • RM ADDOME INFERIORE SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Risonanza Magnetica dell’Addome inferiore offre immagini dettagliate e ad alta risoluzione di organi e apparati quali vescica, utero, prostata, e permette di documentare condizioni patologiche di diversa origine. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza e l’esame dura dai 20 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM ADDOME SUPERIORE EPATOSPECIFICO CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame viene eseguito con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti l’esame. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La risonanza magnetica dell’addome superiore offre immagini dettagliate e ad alta risoluzione di organi e apparati quali per esempio fegato, milza, pancreas, reni, surreni, e quindi permette di documentare condizioni patologiche di diversa origine. L’esame viene eseguito con mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella RM è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. La maggior parte degli esami richiede la somministrazione di un mezzo di contrasto cosiddetto epato-specifico che consente, poichè captato dalle cellule del fegato, ed eliminato in gran parte per via biliare, di vedere non solo la lesione e valutarne la vascolarizzazione, ma di valutare la captazione da parte della lesione o del fegato in generale del mezzo di contrasto. La durata di questo esame, per permettere uno studio accurato dell’addome, può andare dai 30 ai 60 minuti. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM ARTICOLAZIONI TEMPORO-MANDIBOLARI

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici a partire dal collo verso l’alto e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    L’esame è utile per analizzare la bocca, la mandibola per evidenziare e analizzarne le patologie. Le patologie alla mandibola portano dolore, cefalea, mal di denti, indolenzimento dei muscoli mandibolari, dolore interno a livello delle orecchie, vertigini e ronzii. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza e l’esame dura dai 20 ai 45 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa

  • RM COLLO SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici a partire dal collo verso l’alto e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    Consente di studiare la zona del collo in modo approfondito. Può essere effettuato senza o con il mezzo di contrasto. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza e l’esame dura dai 20 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa

  • RM CON CARICO ASSIALE

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La RM con carico assiale consente di studiare la colonna vertebrale con un carico assiale, quindi un carico che rappresenta una forza parallela all’elemento oggetto dell’analisi. Le analisi sotto carico permettono una chiara valutazione di tutte le componenti dell’unità funzionale motoria. Dura in media 30 minuti.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM CUORE CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame viene eseguito con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti l’esame. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Risonanza Magnetica Cuore può essere utilizzata per la verifica diagnostica di diverse patologie a carico del cuore e delle valvole cardiache, tra cui: cardiopatia ischemica, cardiomiopatie dilatative, miocarditi, cardiomiopatie ipertrofiche, cardiopatie congenite, valvulopatie, malattie del pericardio. Può inoltre essere impiegata per l’esame delle patologie vascolari. La RM del cuore, grazie all’uso del contrasto, è l’unica metodica che permetta a oggi di visualizzare la presenza di danni strutturali del cuore, sia pregressi che recenti: un infarto, una miocardite, un’infiammazione del pericardio, etc. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino, dove gli verranno applicati gli elettrodi per il monitoraggio del battito cardiaco. Per la buona riuscita della risonanza magnetica è fondamentale che il paziente resti immobile e riesca a trattenere il fiato per circa 10 secondi. La durata dell’esame è variabile da caso a caso, con una media di 30 minuti.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM ENCEFALO (CRANIO) SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici a partire dal collo verso l’alto e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Risonanza Magnetica Encefalo è la metodica di riferimento per lo studio del tronco encefalico, del cervelletto e del cervello propriamente detto (diencefalo e telencefalo), dell’ipofisi, dei ventricoli cerebrali e dei nervi acustici. La Risonanza Magnetica Encefalo viene utilizzata per lo studio delle malattie oncologiche (metastasi), delle malformazioni, degli insulti cerebrali (emorragie, ischemie), della sclerosi multipla, delle malattie a carico dei nervi acustici e visivi (nervi ottici). Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza con il capo adagiato in un apposito supporto. L’esame dura dai 20 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM MAMMARIA SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Risonanza Magnetica Mammaria si usa nelle donne a elevato rischio di tumore mammario, nelle donne con diagnosi di tumore in atto e in quelle già operate per decidere il tipo di intervento chirurgico e valutare lo stato della patologia. La RM prevede sempre lo studio contemporaneo di entrambe le mammelle. L’esame dura in media 30 minuti.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Non possono sottoporsi a questo tipo di esame le donne portatrici di pacemaker o di dispositivi ad attivazione magnetica come elettrodi e neurostimolatori.

  • RM MASSICCIO FACCIALE SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici a partire dal collo verso l’alto e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    L’esame RM del Massiccio Facciale ha indicazioni molto specifiche e serve ad analizzare le ossa della faccia, ovvero muscoli, orbite, seni paranasali, naso, bocca.
    Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza con il capo adagiato su un apposito supporto e l’esame dura dai 20 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM MULTIPARAMETRICA DELLA PROSTATA

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici dal corpo. L’esame è eseguito con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Il paziente deve osservare una dieta priva di scorie 2 giorni prima (senza frutta e verdura). Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La RM Multiparametrica è in grado di delineare l’anatomia della prostata e dei tessuti circostanti e identificare lesioni neoplastiche prostatiche. La Risonanza Magnetica Multiparametrica ha infatti una sensibilità molto elevata, in grado di identificare tumori della prostata anche di piccole dimensioni. L’esame viene definito multiparametrico perchè attraverso apparecchiature di ultima generazione ad alto campo, vengono acquisiti multipli parametri: morfologia, perfusione ematica, densità cellulare e metabolismo. L’esame non utilizza radiazioni ionizzanti e dura al
    massimo 30 minuti. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM MUSCOLO-SCHELETRICA SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Risonanza Magnetica Muscolo-scheletrica permette di visualizzare le strutture articolari e vascolo-nervose e i tessuti molli delle principali articolazioni, per evidenziare la presenza di eventuali situazioni patologiche. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza e l’esame dura dai 20 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa. La risonanza magnetica è sconsigliata nei primi due mesi di gravidanza.

  • RM RACHIDE (CERVICALE, DORSALE, LOMBO-SACRALE) SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Risonanza Magnetica del Rachide consente di studiare la zona cervicale, dorsale e lombosacrale. Ha una elevata risoluzione di contrasto, e consente elevato dettaglio anatomico. Al momento è la metodica migliore nella valutazione del midollo e delle sue radici, delle meningi e dei vasi; inoltre consente anche di valutare le strutture osteo-legamentose ed il disco intervertebrale. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza e l’esame dura dai 20 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM RACHIDE LOMBARE IN ORTOSTATISMO E CLINOSTATISMO

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Risonanza Magnetica del Rachide Lombare è utile per studiare i dischi, il midollo e le vertebre del tratto lombare con una elevata risoluzione di contrasto, e consentendo un elevato dettaglio anatomico. L’esame risulta particolarmente indicato per individuare discopatie o riduzione degli spazi intervertebrali, osteoartrosi, ernia discale, lombalgie e lombosciatalgie. La posizione del paziente sul lettino può essere in clinostatismo, cioè sul fianco o, quando espressamente richiesto, in ortostatismo, con le braccia avvolte attorno al capo, anche e ginocchia lievemente flesse per conservare la posizione. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame, mediamente 20-30 minuti.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM ROCCHE PETROSE (ORECCHIO) SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Risonanza Magnetica delle Rocche Petrose (a volte prescritta anche come “Risonanza Magnetica Orecchio”) serve principalmente per studiare le patologie a carico dei nervi acustici, le neoformazioni a carico dell’orecchio o importanti forme infettive a carico del medesimo.
    La Risonanza Magnetica Orecchio è utile anche per studiare una regione che si trova dietro l’orecchio a volte sede di piccoli tumori che possono causare una diminuzione o una perdita dell’udito. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza con il capo adagiato in un apposito supporto. L’esame dura dai 20 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM SEGMENTO MUSCOLO-SCHELETRICO SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici e delle protesi dentarie quando possibile. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    La Risonanza Magnetica di un Segmento Muscolo-scheletrico permette di visualizzare le strutture articolari e vascolo-nervose e i tessuti molli di un segmento specifico degli arti inferiori o superiori, per evidenziare la presenza di eventuali situazioni patologiche. Il paziente viene posizionato sul lettino della risonanza e l’esame dura dai 10 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa. La risonanza magnetica è sconsigliata nei primi due mesi di gravidanza.

  • RM SELLA TURCICA SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    L’esame si effettua per lo studio dell’ipofisi, una ghiandola che si trova nel cervello adagiata in una struttura ossea nota come sella turcica. A volte sulle prescrizioni mediche compare anche la dicitura “risonanza magnetica ipofisi”. La RM verifica la forma e le dimensioni di questa ghiandola per studiarne le patologie.
    In modo particolare è utile per individuare piccoli tumori, generalmente benigni, noti con il nome di microadenomi ipofisari.
    Per eseguire la risonanza magnetica il paziente viene posizionato supino sul lettino con il capo adagiato in un apposito supporto. L’esame dura dai 20 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • RM TORACE SENZA E CON MDC

    Preparazione all’esame
    La preparazione del paziente prevede la rimozione di tutti gli oggetti metallici. L’esame può essere eseguito senza o con la somministrazione del mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto usato nella Risonanza Magnetica è un liquido paramagnetico che viene somministrato al paziente attraverso una vena del braccio o della mano. Se l’esame viene eseguito con mdc il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti. È consentita una normale idratazione con acqua naturale. Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.
    * È sempre consigliabile portare con sé gli esiti di eventuali esami già eseguiti.

    Descrizione dell’esame
    Questo esame permette di analizzare le strutture contenute nel torace quindi polmoni, arterie, vene, linfonodi, tessuti. Viene utilizzata per la definizione della malattia oncologica a carico dei polmoni e/o degli organi limitrofi. Il paziente viene posizionato supino sul lettino della risonanza e l’esame dura dai 20 ai 40 minuti, a seconda che venga usato o meno il mezzo di contrasto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame.

    Controindicazioni
    Prima dell’esame è necessario riferire al medico-radiologo tutti i tipi di intervento subiti perché molte protesi o gli oggetti metallici all’interno del nostro organismo possono essere motivo di controindicazione all’esame. Altre controindicazioni: pacemaker cardiaco, clips ferromagnetiche di aneurismi, corpi metallici intraorbitali, claustrofobia severa.

  • Prenota Online

    Contattaci per prenotare e per ricevere informazioni su tutti gli Esami strumentali e di laboratorio, i Pacchetti Prevenzione e i nostri Check-up Periodici.
    Prenota
  • Referti Online

    La consultazione dei referti online è un servizio gratuito. I nostri utenti possono attivarla su richiesta al momento dell’accettazione.
    Accedi
  • Sedi e Contatti

    • Casavatore (NA)
      081-19 80 70 00
    • Napoli - Via Manzoni
      081-71 45 955
    • Napoli - Galleria Umberto I
      081-19 80 70 00
    • Centro Medico Nucleare
      081-19 80 70 50