• 27 NOV 17
    • 0
    PSA: a che serve il test?

    PSA: a che serve il test?

    Il dosaggio del PSA, cioè dell’antigene prostatico specifico, è un esame di laboratorio eseguito su un normale prelievo di sangue.

    Cos’è il PSA

    L’antigene prostatico specifico è una proteina prodotta dalla prostata e presente soprattutto nello sperma. La sua funzione è mantenere fluido il seme dopo l’eiaculazione e permettere così agli spermatozoi di muoversi più facilmente. I valori di riferimento del PSA nel sangue sono 0.0 – 4.0 ng/ml. Nei casi di tumore alla prostata i livelli nel sangue di antigene prostatico possono aumentare sensibilmente.

    Preparazione all’esame

    Alcune condizione possono causare dei valori alterati di PSA (falsi positivi), che possono far preoccupare anche inutilmente. Per ridurre il rischio di errore, è consigliabile non svolgere un’intensa attività sportiva o sessuale durante le 48 ore precedenti l’esame. È meglio evitare di effettuare il prelievo se c’è un’infezione delle vie urinarie in corso o se ci si è sottoposti di recente a esami per il controllo della prostata, come l’esplorazione rettale o la biopsia. Inoltre, come per tutti i prelievi, il paziente deve essere a digiuno.

    Screening e monitoraggio

    L’esame è uno strumento importante nello screening del cancro prostatico, ma esistono molte altre condizioni benigne che possono far aumentare i valori di PSA. Per questo motivo, l’esame non è più considerato un marcatore tumorale, ma un indicatore della salute prostatica. Il test del PSA diventa di fondamentale importanza per monitorare chi ha già avuto un tumore alla prostata o controllare nel tempo l’evoluzione di una neoplasia già diagnosticata e l’efficacia di una terapia.

    Oltre al tumore alla prostata, l’aumento dei valori di PSA nel sangue può indicare:

    • Ingrossamento della prostata (ipertrofia).
    • Infezione della prostata (prostatite).
    • Infezione delle vie urinarie.
    • Esami recenti della vescica (cistoscopia) o della prostata (biopsia).
    • Sostituzione recente di un catetere vescicale.
    • Recenti rapporti sessuali o eiaculazioni.

    Non allarmarti

    livelli di PSA possono essere alti in assenza di cancro e bassi nonostante il cancro. Per questo è bene non allarmarsi e rivolgersi al proprio medico o all’urologo per l’interpretazione dei risultati. In relazione ai valori, all’età e alle condizioni del paziente, il professionista valuterà se far ripetere l’esame a distanza di tempo o richiedere ulteriori controlli, come l’esplorazione digito-rettale della prostata (DRE) e l’ecografia prostatica.

    La prevenzione in un check-up

    Emicenter sostiene gli uomini con programmi di prevenzione completi a tariffa agevolata. Richiedi maggiori informazioni o prenota il tuo check-up prostata a Napoli.

    Leave a reply →