• 21 GEN 20
    • 0
    Cisti renali: sintomi, cause e diagnosi

    Cisti renali: sintomi, cause e diagnosi

    Durante un’ecografia, si potrebbero scoprire le cisti renali, dei piccoli sacchetti pieni di liquido e materiale semi-solido.

    Questa diagnosi potrebbe spaventare, ma bisogna sapere che generalmente si tratta di formazioni non cancerose che spesso non bisogna trattare e che regrediscono in modo spontaneo.

    Le cisti renali semplici sono formazioni isolate che compaiono sulla superficie di un rene, ma in alcuni casi possono essere anche multiple, ovvero si trovano su entrambi i reni.

    Vediamo perché compaiono e come scoprire le cisti renali.

    I sintomi delle cisti ai reni

    In molti casi le cisti sono asintomatiche, ma quando raggiungono grandi dimensioni possono comprimere gli organi vicini e provocare dolore ai fianchi.

    Se si verificano delle complicazioni, le cisti possono diventare infette o sanguinanti, manifestandosi con:

    • febbre;
    • dolori forti alla schiena o ai fianchi;
    • alterazioni della funzionalità renale;
    • sangue nelle urine.

    Perché vengono le cisti renali

    La causa delle cisti renali non è ancora conosciuta, ma si pensa che la loro origine sia legata ad un indebolimento dei tessuti renali che porta alla formazione di piccole tasche.

    Queste formazioni, una volta che si riempiono di liquido, si staccano dalle pareti e diventano cisti.

    Gli altri processi coinvolti nella formazione delle cisti sono:

    • proliferazione di cellule epiteliali;
    • anomalie della matrice extracellulare (per cause acquisite o genetiche);
    • accumulo di liquido nella struttura della ciste.

    I soggetti più predisposti alla formazione delle cisti renali sembrano essere le persone in dialisi da molti anni e che soffrono di una malattia renale cronica (rene policistico ereditario, sclerosi tuberosa, displasia renale cistica, eccetera).

    La diagnosi delle cisti renali

    L’esame diagnostico di prima scelta è l’ecografia ai reni, che permette l’ispezione e caratterizzazione delle cisti.

    Altre procedure utilizzate per discriminare una cisti da un tumore sono la tomografia computerizzata (TAC),  la risonanza magnetica e il test di funzionalità renale tramite le analisi di laboratorio.

    In base ai risultati delle analisi, i nostri specialisti potranno valutare il trattamento delle cisti. Generalmente, se non provocano sintomi fastidiosi e non interferiscono con la funzionalità dei reni, non è necessario intervenire.

    Ma, se durante i controlli si osserva un ingrandimento delle loro dimensioni e compaiono dei disturbi, si può valutare l’aspirazione ecoguidata della cisti o il trattamento chirurgico.

    Presso le sedi di Emicenter è possibile monitorare la salute renale sottoponendosi periodicamente a tutti gli esami diagnostici e a controlli approfonditi grazie all’esperienza e all’affidabilità dei nostri specialisti.

    AVVISO AI PAZIENTI
    Le informazioni contenute in questa pagina sono solo a scopo informativo e non possono assolutamente sostituire il parere del medico.

    Leave a reply →