• 05 DIC 19
    • 0
    Artrosi: gli esami per diagnosticarla

    Artrosi: gli esami per diagnosticarla

    Dopo i 45 anni è possibile avvertire i primi dolori a livello di mani e dita, colonna vertebrale, anche e ginocchia.

    Potrebbe trattarsi di artrosi, una malattia cronica molto comune che colpisce la maggior parte delle persone dopo i 75 anni.

    Cos’è l’artrosi e quali sono i sintomi

    L’artrosi (detta anche osteroartrosi o osteoartrite) è una patologia degenerativa ad andamento cronico e progressivo, in cui le articolazioni subiscono un processo infiammatorio con gonfiore e versamento di liquido.

    Il dolore è dovuto all’attrito tra le ossa perché la cartilagine che le protegge si deteriora nel tempo e si assottiglia, perdendo la sua funzione di sostegno.

    L’artrosi può manifestarsi con rigidità mattutina e difficoltà nei movimenti, soprattutto se il paziente rimane a lungo in piedi o carica molto peso a livello delle articolazioni, che perdono la capacità di estendersi e flettersi normalmente.

    Come diagnosticare l’artrosi

    La diagnosi dell’artrosi viene effettuata dai nostri specialisti tramite:

    visita medica basata sui sintomi del paziente e sulla storia clinica del soggetto (età, peso e predisposizione genetica).

    test di laboratorio: le analisi del sangue e del liquido sinoviale permettono di escludere patologie simili. In particolare si ricercano: fattore reumatoide, anticorpi anti-CPP, emocromo completo, velocità di eritrosedimentazione, proteina C reattiva, valori della funzionalità renale ed epatica.

    esami diagnostici la radiografia delle articolazioni risulta ad oggi l’esame più importante per riconoscere l’artrosi ed evidenziare eventuali deformazioni, osteociti e cisti. In alcuni casi o in una fase precoce può risultare utile la risonanza magnetica nucleare.

    Farmaci per l’artrosi

    Rimedi naturali

    Attualmente non sono noti farmaci che agiscono specificamente sulla cartilagine articolare alterata dall’artrosi, ma è possibile apportare sollievo tramite diversi approcci.

    Per migliorare le condizioni di salute è molto importante praticare un’attività fisica costante (come il nuoto, la camminata e gli esercizi del fisioterapista) e mantenere sotto controllo il peso corporeo.

    Alcune soluzioni naturali sono:

    • impacchi a base di argilla;
    • creme con arnica e artiglio del diavolo;
    • integratori alimentari di glucosamina e condroitina solfato;
    • agopuntura;
    • massaggi.

    I farmaci

    Se il dolore dovesse persistere, i nostri medici possono prescrivere delle terapie personalizzate che permettono al paziente di svolgere le normali attività quotidiane, come:

    infiltrazioni di acido ialuronico, che apportano sollievo grazie all’azione lubrificante a livello delle articolazioni;

    farmaci antinfiammatori, come il paracetamolo e i FANS (acido acetilsalicilico e ibuprofene) che riducono il dolore e l’infiammazione. In caso di dolore intenso si può valutare la prescrizione di farmaci oppiacei e tramadolo.

    Gli esami per l’artrosi da Emicenter

    Presso la Struttura Sanitaria Polispecialistica Emicenter è possibile sottoporsi alle indagini diagnostiche per l’artrosi, come la radiografia, la risonanza magnetica e gli esami di laboratorio.

    AVVISO AI PAZIENTI
    Le informazioni contenute in questa pagina sono solo a scopo informativo e non possono assolutamente sostituire il parere del medico.

    Leave a reply →