• 04 OTT 17
    • 0
    Mammografia: come funziona e cosa mostra

    Mammografia: come funziona e cosa mostra

    La mammografia è un esame che consente di visualizzare la struttura del seno. Nei fatti si tratta di una radiografia, vale a dire un esame ai raggi X analogo a quelli effettuati per visualizzare per esempio una frattura.

    Come si fa

    Per rendere l’immagine più nitida e ridurre le dosi di radiazione, la mammografia viene eseguita posizionando la mammella su un apposito sostegno e comprimendola leggermente tra due piastre plastificate. Questa operazione può creare dei fastidi o dolore, ma consente di ridurre la sovrapposizione delle varie strutture del seno e quindi rendere più affidabile l’esame. Quasi sempre viene effettuata in due proiezioni: dall’alto in basso e dall’esterno all’interno.

    Perché si fa

    La mammografia viene usata:

    • a scopo di screening, per escludere la presenza di un tumore in persone sane;
    • a scopo diagnostico, per accertare la presenza di patologia in persone che abbiano accusato dei sintomi, per esempio la scoperta di un nodulo all’autopalpazione.

    Cosa fare se l’esame è positivo

    L’esito positivo di una mammografia non corrisponde quasi mai a una diagnosi definitiva di tumore. L’esame è infatti utilissimo per indirizzare la diagnosi ma difficilmente riesce a distinguere tra le diverse tipologie di formazioni (benigne o maligne) che possono colpire il seno e che devono essere confermate con successivi esami.

    Che cosa mostra

    I raggi X restituiscono un’immagine in scala di grigi delle diverse strutture del seno che sono tanto più scuri quanto meno il tessuto è denso. Il tessuto adiposo (meno denso) tende al nero, quello ghiandolare (più denso) tende al bianco. Dense sono in genere anche le diverse formazioni (cisti, fibroadenomi, calcificazioni, tumori) che possono colpire il seno. Per questa ragione un seno più denso può rendere più difficile l’interpretazione della mammografia.

    Non solo mammografia

    Altri tipi di esame, come l’ecografia e la tomosintesi, possono essere giudicati più validi della mammografia per effettuare una diagnosi precoce. La scelta dipende da molti fattori, fra cui l’età e la composizione del seno. Il tuo medico saprà consigliarti la prevenzione più adatta a te.

    Chiedi maggiori informazioni

    I nostri programmi di salute e prevenzione sono studiati per rispondere alle esigenze di ogni donna. Emicenter ti aiuterà a elaborare un percorso diagnostico personalizzato alla tariffa più conveniente.

    Fonte: fondazioneveronesi.it

    Leave a reply →