• 18 LUG 16
    • 0
    Malattie da stress: 8 italiani su 10 ne sono affetti

    Malattie da stress: 8 italiani su 10 ne sono affetti

    Quando il corpo rimane in stato di agitazione per un tempo prolungato, manda segni di disagio.
    È importante saperli riconoscere, perché se la situazione si protrae possono comparire alcune patologie da stress che potrebbero anche diventare croniche.

    Il 97% degli Italiani ha sperimentato lo stress almeno una volta nella propria vita e per ben 8 italiani su 10 lo stress è presente frequentemente al punto da causare lievi disturbi di salute: se i più diffusi sono il mal di testa (44%), l’insonnia (37%) e il mal di stomaco (35%), non manca chi manifesta dolori muscolari (20%), herpes labiale (14%) e acne (9%).

    Tra le principali cause all’origine dello stress ci sono secondo gli italiani i problemi economici (30%), le preoccupazioni di lavoro (23%) e la sensazione di non avere abbastanza tempo per fare tutto e bene (22%).
    stress
    “Nel mondo occidentale lo stress deriva non tanto da reali situazioni di pericolo, quanto dalla distanza che esiste tra il nostro ritmo di vita e quello che la nostra fisiologia richiederebbe, che rappresenta un vero e proprio social jet lag. In realtà il nostro cervello è una macchina più lenta di quello che pensiamo, come è lento il ragionamento che ci permette di comprendere e metabolizzare gli eventi, consentendoci di neutralizzarli e proteggendoci dallo stress.”

     

    Ma sappiamo cos’è realmente lo stress e come riconoscerlo?
    Lo stress è una risposta che l’organismo attiva di fronte a situazioni nuove e improvvise per ripristinare un nuovo equilibrio.
    Quando lo stress è breve, come accade fisiologicamente nelle piccole vicende quotidiane, è ’sano‘, ma quando diventa cronico può essere nocivo per la salute ed essere causa di una miriade di disturbi.
    Consigli di prevenzione

    Cibi antistress: Una corretta dieta alimentare può aiutarti a gestire meglio stress e stanchezza. Per aiutare memoria e concentrazione scegli carboidrati integrali, ortaggi a foglie verde, yogurt, pesce, carni bianche, frutta fresca e secca e semi.
    Lo zucchero bianco comunemente utilizzato si trova in moltissimi cibi, dalla passata di pomodoro ai dolciumi: impara a sostituirlo con miele o sciroppo di agave e in alcuni casi inizia a eliminarlo, per esempio evitando di aggiungerlo al caffé. Meglio poi evitare i cibi già pronti e l’alcol, che, dopo una momentanea euforia, lascia storditi e confusi.

    Erbe in pillole: Le erbe assunte sotto forma di integratori consentono un dosaggio ottimale del loro principio attivo e favoriscono la capacità di recupero dell’organismo: ricorda, però, che prima dell’acquisto è bene chiedere consiglio al medico. Preziosa l’azione della griffonia che, oltre a regolarizzare il sonno, aiuta a combattere gli attacchi di fame che possono insorgere in situazioni stressanti. La passiflora ha invece virtù calmanti, mentre la rodiola combatte l’affaticamento migliorando gli stati di tachicardia e palpitazione.

    Profumi calmanti: Numerose ricerche scientifiche hanno da tempo indagato la profonda influenza dei profumi sulla psiche: l’aromaterapia utilizza gli oli essenziali ricavati dalle piante a scopo terapeutico e può aiutare a superare i momenti di stress acuto. Prova l’olio essenziale di lavanda, da massaggiare su spalle e al centro della fronte, utile anche per allontanare mal di testa e dolori cervicali.

    Qualità della vita: È impossibile risolvere lo stress senza modificare gli ambiti critici della propria esistenza. Quali sono gli aspetti più stressanti della tua vita? Scrivi tutto ciò che ti viene in mente di getto, senza mentire a te stesso. Chiediti se esistono modalità differenti per affrontare queste necessità in un modo più rilassato. La prima regola per combattere lo stress è concedersi il giusto riposo, che non è costituito solo dal sonno ma anche dalla disponibilità di qualche ora per leggere, rilassarsi, fare una doccia con calma o vedere un film.

    Immaginare la…pace: Tecniche come il training autogeno aiutano la mente a focalizzare un’immagine positiva, che può essere rievocata nei momenti più difficili. Secondo i dati emersi durante uno studio scientifico chiudere gli occhi e visualizzare un paesaggio amato dà effetti simili a quando ci si trova realmente nell’ambiente.

     

     

    Fonte principale: ilsole24ore

    Leave a reply →