• 10 MAR 17
    • 0
    10 carenze nutrizionali che causano la depressione

    10 carenze nutrizionali che causano la depressione

    La depressione è la più diffusa malattia al mondo e continua a crescere anche cambiando forme. Secondo le ultime stime dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), solo nel 2015 ha interessato 350 milioni di persone, più dell’intera popolazione degli Stati Uniti o di Brasile e Messico messi insieme. Alcune carenze possono causare o agevolare gli stati depressivi.

     10 dieci carenze alimentari che possono causare la depressione

    Le carenze di alcuni alimenti specifici possono indebolire la funzione del cervello e della memoria, così come aggravare i livelli di stress e ansia, compaiono vitamine B, amminoacidi, zinco, magnesio, iodio e ferro. Per questo motivo è necessario fare attenzione alla dieta senza dimenticare di fissare degli appuntamenti frequenti con il proprio medico di fiducia.

    carenze-omega3Acidi grassi omega 3

    I medici sottolineano da sempre l’importanza dell’assumere grassi acidi omega 3, perché contribuiscono a mantenere la salute delle cellule del cervello. Senza di essi, i grassi trans entreranno nel vostro sistema neurale, causando un’infiammazione che può portare a disturbi dell’umore.
    È possibile trovare questa sostanza nei pesci grassi, nei tuorli d’uovo, nell’olio di semi di lino, nelle noci e negli integratori alimentari.

    Vitamine B

    Le vitamine del gruppo B – vitamine del gruppo B 6 e B12 , in particolare, – sono note per i molti benefici che portano alla salute. Essi possono contribuire a ridurre il rischio di ictus, sostenere la crescita delle unghie, e idratare la pelle, ma possono anche influenzare notevolmente vostri stati d’animo. Secondo il National Center for Biotechnology Information, una carenza di vitamine del gruppo B può influenzare notevolmente la vostra salute mentale. Una grande percentuale di donne anziane depresse risultato essere carenti di vitamina B12.
    È possibile trovare una quantità incredibile di vitamine del gruppo B in frutti di mare, verdure a foglia verde, banane, prodotti di soia fortificati, crusca, e carni rosse.

    Acido folico

    Secondo l’esperto di salute mentale Therese Borchard, coloro che mancano di acido folico nei loro sistemi rispondono molto male ai trattamenti antidepressivi. In media, gli adulti hanno bisogno di almeno 400 mcg di acido folico al giorno, e molti medici hanno anche iniziato a prescrivere un farmaco a base di questa sostanza per curare la depressione nei loro pazienti.
    Gli alimenti che includono elevati livelli di acido folico sono: fagioli cotti e lenticchie, spinaci, avocado, broccoli e frutti tropicali.

    Zinco

    Lo zinco è uno dei nutrienti valido per tutti gli usi ed è necessario per mantenere la salute di quasi ogni parte del corpo. Oltre a supportare i movimenti del sistema immunitario intestinale, lo zinco bilancia anche la salute mentale.
    È fondamentale nella produzione e la funzione dei neurotrasmettitori, secondo il dietista e nutrizionista Doug Cook.
    Ottime fonti di zinco sono: carne di manzo magra cotta, germe di grano tostato, spinaci, semi di zucca e cioccolato fondente.

    carenze-selenioSelenio

    I medici dicono che il selenio è necessario per la mantenere la funzione della tiroide sana, e, in effetti, anche il benessere mentale. Questo perché il selenio viene utilizzato per convertire gli ormoni tiroidei non attivi nella loro forma attiva nel fegato, dove è usato per fare gli antiossidanti e nei composti di disintossicazione nel vostro corpo.
    Si possono trovare abbondanti fonti di selenio in alimenti come semi di girasole, pane integrale, tonno, noci del Brasile, carne di maiale e ostriche.

    Magnesio

    La carenza di magnesio deriva dal fatto che ingeriamo livelli relativamente alti di alcol, zucchero, bibite, antibiotici, e sodio, ognuno dei quali può diminuire i livelli di magnesio.
    Gli esperti fanno spesso riferimento al magnesio come “antidoto per lo stress”, un potente minerale che aiuta l’organismo a rilassarsi, secondo Mark Hyman, M.D.
    È possibile trovare una meravigliosa quantità di magnesio nella soia, nelle lenticchie, nei cereali integrali, nei latticini a basso contenuto di grassi e nella frutta secca.

    Vitamina D

    Molte persone diventano più depresse e lunatiche durante i mesi invernali.
    Siamo esposti a livelli più bassi di luce solare durante l’inverno, e, di conseguenza, molti hanno una lieve carenza di vitamina D, che è stata collegata più volte a depressione, ansia e disturbo affettivo stagionale.
    Il National Institutes of Health suggerisce che, in media, gli adulti dovrebbero ottenere circa 600 UI di vitamina D al giorno. È possibile trovare una buona quantità di questa sostanza nel pesce grasso, nei funghi portobello, nell’ olio di fegato di merluzzo, e nel tofu.

    carenze-iodioIodio

    Come il selenio, lo iodio è necessario per la funzione tiroidea corretta. Aiuta a rafforzare il sistema immunitario, le prestazioni del cervello, la memoria e a regolare la temperatura corporea. Soprattutto, il nutriente è fondamentale per mantenere la salute mentale.
    È possibile trovare lo iodio in: formaggi, sale arricchito con iodio, alghe secche, patate, mirtilli, tonno e gamberetti.

    Ferro

    Circa il 20% delle donne ha bisogno di ferro, e fino al 50 per cento di tutte le donne che sono incinta hanno bisogno di più ferro nella loro dieta. Le carenze di ferro possono causare una insufficienza di globuli rossi, che può causare anemia e affaticamento del cervello.
    Grandi fonti di ferro sono cozze, vongole, noci, semi di zucca, prodotti di soia, fegato di pollo e frutta secca, come anacardi e mandorle.

    Aminoacidi

    Gli aminoacidi sono fondamentali per il mantenimento di un buono stato di salute mentale. Purtroppo, ci sono nove aminoacidi che il nostro corpo non è in grado di produrre in modo naturale. Come molti altri nutrienti elencati sopra gli aminoacidi aiutano a bilanciare i neurotrasmettitori nel nostro cervello, e ridurre la paura, l’ansia, gli attacchi di panico e lo stress.
    Buone fonti di amminoacidi comprendono uova, carne magra, latticini e fonti di proteine vegetali.

    Fonte: huffingtonpost.it

    Leave a reply →