INDICAZIONI SULL’ESAME
Sospetta infezione, verifica dell’attecchimento della vaccinazione, verifica dell’immunità specifica all’inizio della gravidanza, sorveglianza dell’infezione nel corso della gravidanza.

CAMPIONE RICHIESTO
Prelievo di sangue.

PREPARAZIONE
Digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua.

VALORI DI RIFERIMENTO
N.A.

NOTE
IgG assenti IgM assenti: Assenza esposizione. In caso di incertezza clinica i pazienti devono essere monitorati nel tempo.
IgG presenti IgM assenti: Infezione pregressa.
IgG assenti IgM presenti: Infezione in fase molto iniziale.
IgG presenti IgM presenti: Infezione acuta o comunque recente.

TEMPI DI CONSEGNA

ULTERIORI INFORMAZIONI
La rosolia è una malattia infantile esantematica, normalmente autolimitante; tuttavia, quando contratta durante la gravidanza (in particolar modo nel corso del primo trimestre) può dar luogo a gravi malformazioni fetali. Nel mondo occidentale, l’introduzione della vaccinazione anti-rosolia ha di fatto grandemente ridotto il numero di soggetti non immuni e quindi esposti al contagio.
Durante l’infezione acuta nell’individuo si evidenzia un innalzamento degli anticorpi specifici di classe M (IgM), seguito dall’aumento delle IgG, che permangono tutta la vita.