INDICAZIONI SULL’ESAME
Il dosaggio della renina è utile nella diagnosi differenziale di iperaldosteronismo primario e secondario insieme con la misura dell’aldosterone.

CAMPIONE RICHIESTO
Prelievo di sangue.

PREPARAZIONE
Digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua.

VALORI DI RIFERIMENTO
Ortostatismo: 4.4 – 46.1 µIU/mL
Clinostatismo: 2.8 – 39.9 µIU/mL

TEMPI DI CONSEGNA

ULTERIORI INFORMAZIONI
L’enzima proteolitico renina è sintetizzato principalmente dal rene sotto forma di prorenina ed è immagazzinato come granuli di prorenina o renina. La renina è rilasciata in risposta a stimoli fisiologici quali diminuzione del volume ematico e della pressione arteriosa e perdita di sodio. Il sistema renina-angiotensina-aldosterone gioca un ruolo di primaria importanza nella omeostasi idrica e salina e nella regolazione della pressione arteriosa. Si osserva un aumento dei livelli di renina in: aldosteronismo secondario, Morbo di Addison, dieta povera di sodio, somministrazione di diuretici, emorragie, insufficienza renale cronica, perdita di sali in seguito a malattie gastroenteriche, tumori renali che sintetizzano renina, ipertensione essenziale, ipopotassiemia, Sindrome di Bartter (alti livelli di renina senza ipertensione), stenosi dell’arteria renale. Si osserva una diminuzione dei livelli di renina in: aldosteronismo primario, ritenzione di Sali in seguito a terapia steroidea, terapia con vasopressina (ADH), iperplasia surrenale congenita con deficienza di 17-idrossilasi.