INDICAZIONI SULL’ESAME
Malattia tromboembolica.

CAMPIONE RICHIESTO
Prelievo di sangue.

PREPARAZIONE
Digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua.

VALORI DI RIFERIMENTO
Femmine:
Normale: >1.90
Mutato eterozigote: 1.21 – 1.89
Mutato omozigote: < 1.20 Maschi: Normale: >1.90
Mutato eterozigote: 1.21 – 1.89
Mutato omozigote: <1.20

TEMPI DI CONSEGNA

ULTERIORI INFORMAZIONI
La proteina C è una proteina che possiede attività anticoagulante ed assieme alla proteina S e antitrombina III, ha il compito di contrastare l’eccessiva funzione dell’attività coagulativa mantenendo fluido il sangue. In alcuni pazienti è presente una variazione geneticamente determinata dal fattore V della coagulazione (fattore V di Leiden) che ostacola l’attività anticoagulante della proteina C; questo fenomeno è evidenziato dal test della Resistenza alla Proteina C Attivata (aPCR). L’aPCR è associata ad un aumentato rischio trombo embolico.