INDICAZIONI SULL’ESAME
Valutazione della funzione residua delle cellule Beta in pazienti diabetici trattati con insulina esogena.

CAMPIONE RICHIESTO
Prelievo di sangue o raccolta delle urine delle 24 ore.

PREPARAZIONE
digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua.

VALORI DI RIFERIMENTO
Siero:
Femmine: 0.90 – 4.00 ng/mL
Maschi: 0.90 – 4.00 ng/mL
Urine 24h:
Femmine: 30-180 microgr./24H
Maschi: 30-180 microgr./24H

TEMPI DI CONSEGNA

ULTERIORI INFORMAZIONI
Il C-peptide è una proteina con caratteristiche peculiari, secreta dal pancreas con l’insulina. Al contrario di quest’ultima non viene metabolizzata a livello epatico, ma viene escreta per via renale. Nei pazienti insulinodipendenti, il dosaggio ematico del peptide C permette di valutare quanta insulina viene prodotta dall’organismo, dal momento che quella esogena (iniettata) è priva del peptide di coniugazione. Per lo stesso motivo, se la concentrazione di glucosio nel sangue è bassa (ipoglicemia), così come i livelli di peptide C, allora tale condizione è stata presumibilmente generata da una dose eccessiva di insulina.
Il peptide C è aumentato nelle seguenti condizioni: insulinoma, insufficienza renale, diabete non insulino dipendente (tipo II), ingestione di ipoglicemizzanti orali. Il peptide C è diminuito nelle seguenti condizioni: ipoglicemia factitia da somministrazione di insulina, pancreatectomia radicale, diabete insulino dipendente (tipo I).