INDICAZIONI SULL’ESAME
Tutte le donne in gravidanza e soprattutto coloro che presentano almeno uno dei seguenti fattori:

-Età materna avanzata
-Quadro ecografico di anomalie fetali suggestive di aneuploidia
-Anamnesi personale/familiare di anomalie cromosomiche
-Positività del test sul siero materno (duo-test o bi-test, tri-test)

Il MaterniT21 Plus permette di effettuare l’analisi sui gemelli e sulle gravidanze con più di due feti, derivanti da gravidanze spontanee o da metodi di procreazione medicalmente assistita anche eterologa (ovodonazione).
Il test può essere utilizzato anche nelle donne che hanno avuto precedenti gravidanze e aborti spontanei.

CAMPIONE RICHIESTO
Prelievo di sangue.

PREPARAZIONE
Non è richiesto il digiuno.

ULTERIORI INFORMAZIONI
Il MaterniT21 Plus è un test diagnostica prenatale non invasivo che, utilizzando il DNA fetale libero nel sangue materno è in grado di identificare le più comuni trisomie fetali, le anomalie di numero dei cromosomi sessuali e il sesso del nascituro.
Con il MaterniT21 Plus è possibile avere una risposta sicura nel primo trimestre di gravidanza, con una percentuale di falsi positivi dello 0.5%; questo grazie all’analisi diretta del materiale genetico del feto relativo ai cromosomi 21, 18, 13 e del sesso X ed Y. Sarà possibile quindi, non solo individuare le trisomie 21, 18, 13, ma anche le anomalie di numero dei cromosomi sessuali associate a sindromi quali Klinefelter, Jacob’s, Turner, Triplo X, meno note ma relativamente frequenti nella popolazione e non correlate ad età materna avanzata. Il test ha una sensibilità del 99.1% nell’identificare la trisomia 21(Sindrome di Down), del 99.9% per la trisomia 18 (Sindrome di Edwards) e ben del 91.7% per la trisomia 13 (Sindrome di Patau), che ad oggi risulta la più difficile da rilevare.