INDICAZIONI SULL’ESAME
Pazienti affetti da NSCLC pretrattati.

CAMPIONE RICHIESTO
Prelievo bioptico in contenitore con formalina neutra tamponata al 10% oppure Inclusione in paraffina oppure Vetrini istologici in bianco relativi all’esame istologico della neoplasia.

ULTERIORI INFORMAZIONI
I tumori primitivi del polmone si classificano in forme non a piccole cellule (NSCLC: Non Small Cell Lung Cancer) che costituiscono circa l’80-85% dei tumori polmonari e in forme a piccole cellule (SCLC: Small Cell Lung Cancer) che costitutiscono il restante 15-20% dei casi. La diagnosi di NSCLC viene in genere formulata a malattia in fase avanzata, spesso non è più possibile intervenire chirurgicamente, e si associa a tassi molto bassi di sopravvivenza. Studi scientifici hanno dimostrato come l’utilizzo di biomarcatori genetici per individuare una terapia mirata possa essere un’ arma vincente contro questi tumori. È possibile eseguire un test di diagnostica molecolare specifico per il NSCLC in grado di identificare le modificazioni del locus del gene ALK (Anaplastic Lymphoma Kinase). Il test ALK FISH utilizza la tecnologia FISH (ibridazione in situ fluorescente) per rilevare i riarrangiamenti del gene ALK nel cromosoma 2p23. Tali riarrangiamenti sono coinvolti nello sviluppo del NSCLC, in quanto danno origine a una proteina di fusione, chiamata EML4-ALK, che stimola la crescita tumorale.