INDICAZIONI SULL’ESAME
L’ esame delle droghe d’ abuso delle urine verifica se il soggetto ha assunto o è stato in contato con una delle sostanze stupefacenti.

CAMPIONE RICHIESTO
Il campione di urina deve essere raccolto in un contenitore a bocca larga con tappo a vite.
Si deve evitare di bere in modo smisurato per evitare una eccessiva diluizione dell’ urina.

ULTERIORI INFORMAZIONI
L’esame riguarda lo screening con metodica immunoenzimatica delle seguenti sostanze stupefacenti:

Cannabinoidi: il metabolita (TCH-COOH) del delta-9-tetraidrocannabinolo (TCH), principio attivo delle preparazioni di Cannabis;
Cocaina e il suo metabolita Benzoilecgonina;
Amfetamina e Metamfetamina;
Metossiamfetamine (Ecstasy-MDMA, MDA, MDE, MDBD);
Oppiacei: Morfina, Codeina, di-idrocodeina; 6 Monoacetilmorfina-metabolita dell’Eroina;
Buprenorfina e il suo metabolita Norbuprenorfina;
Metadone e il suo metabolita EDDP.
Le sostanze stupefacenti e i loro metaboliti sono riscontrabili nelle urine nei giorni successivi all’ultima assunzione specialmente i metaboliti che possono permanere anche per diversi giorni. Certamente questo valer per l’assunzione di una dose singola.

Se l’analisi di screening sul campione di urina fosse non negativa, per escludere eventuali interferenze, verrà eseguito un ulteriore esame con un metodo in cromatografia liquida con detector di massa (LC/MS-MS).