INDICAZIONI SULL’ESAME
Diagnosi e monitoraggio di infezioni microbiche ricorrenti, glomerulonefrite, angioedema o infiammazione.

CAMPIONE RICHIESTO
Prelievo di sangue.

PREPARAZIONE
Digiuno di almeno 12 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua.

ULTERIORI INFORMAZIONI
Il complemento è un insieme di proteine che fanno parte del Sistema Immunitario che vengono attivate in seguito ad infezioni batteriche, oppure in seguito a infiammazioni o altre patologie. Lo scopo fondamentale del complemento è quello di proteggere l’organismo attraverso la rimozione degli agenti patogeni (batteri, virus, ecc) facilitando la loro eliminazione o il loro controllo da parte di altri sistemi biologici, sierici o cellulari.
Il C3 e il C4 sono usati allo scopo di stabilire se una malattia o una particolare condizione di un paziente sono causate del tutto o in parte da deficit o anomalie del sistema del complemento. La frazione C3 è una proteina del complemento che viene attivata quando l’organismo riconosce la presenza di cellule batteriche, oppure di immunocomplessi. Può venire attivata a sua volta dalla frazione C4. In seguito all’attivazione del complemento si ha risposta immunitaria da parte dell’organismo. La misura del complemento può essere richiesta per facilitare la diagnosi della causa di infezioni microbiche ricorrenti, di angioedema o di infiammazione. Può essere anche usato per aiutare nella diagnosi e per monitorare l’attività di malattie autoimmuni acute e croniche, come il Lupus Sistemico Eritematoso (SLE). Può essere dosato e monitorato in relazione a malattie correlate a immunocomplessi come: glomerulo nefriti (un disordine renale), malattia da siero, artrite reumatoide e vasculiti (infiammazione dei vasi sanguigni). Quando si formano gli immunocomplessi, il complemento contribuisce a eliminarli dal sangue, di conseguenza i suoi livelli ematici si abbassano.