INDICAZIONI SULL’ESAME
Su campioni prelevati a 15–20 settimane di gravidanza, in combinazione con ecografia e amniografia, come ausilio per rilevare difetti del tubo neurale. Nella sorveglianza del trattamento e delle recidive del cancro testicolare non seminomatoso e del carcinoma epatocellulare.

CAMPIONE
Il paziente si deve sottoporre ad un prelievo di sangue.

PREPARAZIONE
Digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua.

ULTERIORI INFORMAZIONI
L’alfafetoproteina (AFP) è una sostanza glicoproteica con funzioni simili a quelle dell’albumina, sintetizzata soprattutto durante la vita fetale dal sacco vitellino e dal fegato. Dopo la nascita i livelli di alfafetoproteina cominciano a scendere sensibilmente, sino a raggiungere i valori caratteristici dell’adulto sano (inferiori a 5 ng/mL). Negli adulti, le concentrazioni di AFP nel siero rimangono basse eccetto durante la gravidanza e in caso di patologie del fegato (epatite, cirrosi, carcinoma epatocellulare primario) e di alcuni tipi di tumori delle cellule germinative. Al di fuori del periodo gestazionale, il dosaggio ematico di alfafetoproteina viene effettuato per valutare l’evoluzione di alcuni tumori.