INDICAZIONI SULL’ESAME
Sarcoidosi in fase attiva, monitoraggio dell’efficacia del trattamento cortisonico.

CAMPIONE RICHIESTO
Prelievo di sangue.
Campione di urine se richiesto.

PREPARAZIONE
Digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua. L’analisi sulle urine necessita di un campione prima e dopo il turno.

ULTERIORI INFORMAZIONI
La sarcoidosi è una malattia infiammatoria cronica rara che può colpire diversi organi, ma principalmente i polmoni e le ghiandole linfatiche (dette linfonodi). Nei pazienti con sarcoidosi si formano dei noduli anomali, detti granulomi, che consistono in tessuto infiammatorio caratteristico della malattia presente in varia misura negli organi colpiti. La terapia per la sarcoidosi prevede l’utilizzo di farmaci in grado di agire sul sistema immunitario. La categoria più importante è quella dei corticosteroidi (cortisone). Nella maggioranza di soggetti affetti da sarcoidosi si riscontra un aumento significativo dell’ACE (Enzima di conversione dell’Angiotensina), un enzima prodotto in particolare dalle cellule dei vasi sanguigni del polmone. Il dosaggio dell’ACE può essere di ausilio nella diagnosi della malattia e nella verifica dell’efficacia della cura a base di cortisone. Diminuzioni dell’ACE possono riscontrarsi nelle gravi fibrosi polmonari, linfomi, ipotiroidismi non trattati.